Cultura

Il patrimonio culturale della Marca Fermana divide i suoi tesori in numerose discipline: principalmente architettura e pittura che traggono origini dal trascorso storico del territorio. Le chiese romaniche, i palazzi nobiliari ancora ben conservati, i quadri e le pitture murali dal prezioso contenuto artistico, i teatri, le biblioteche e i musei.  Un patrimonio diffuso nell’area del  Fermano in un percorso pressoché continuo di meraviglie da scoprire.

Festa del sole

Una festa magica, con il sole che attraversa la Torre di Odorisio.

Foto testo

In Corso Matteotti, davanti alla Torre dell’Abate Odorisio,

natura ed architettura insieme in un evento fantastico………

dalle 19 alle 21 una 3 giorni indimenticabile.

Casualità o scelta progettuale.

Un evento che si ripete due volte l’anno: maggio ed agosto.

Limiti temporali dal 4 al 6 dei mesi predetti, un evento naturale emozionante quanto estremo: un sole caldissimo, in cui l’Arco Ogivale della Torre dell’Abate Odorisio cinge perfettamente il sole che sulla linea d’orizzonte si trova quasi basso, proprio quando i raggi fungono radenti le traiettorie viarie.

 

“Il fenomeno è stato notato, se ne doveva parlare e soprattutto lo si doveva vedere. L’architetto Stefania Bellabarba ha chiesto alla delegazione FAI di Fermo di promuovere una iniziativa. E cosi sarà. Tre giorni di parole, musica, sguardi, con inizio alle 19.

Coinvolti artisti locali e non. Una chiamata a raccolta  per un messaggio forse tutto da capire.
Odorisio volle forse lasciare un inconsapevole annuncio: la consistenza dell’uomo è oltre la capacità di difendersi e trincerarsi. Di inorgoglirsi. E’ invece una strada da seguire, con la sua spirale di luce e tenebra. E con la promessa di una speranza certa che qualcosa d’oltre sia capace di abbracciarci. Per sempre.”

 

Adolfo Leoni, Il Resto del Carlino, domenica 5 agosto 2018

 

SCOPRI DI PIÙ SUL FENOMENO

Siamo a chiederci se si tratta di un caso o di una scelta progettuale che il sole entri perfettamente nell’arco ogivale in un tempo preciso e che lentamente va ad incorniciarsi all’interno della Porta della Torre dell’Abate Odorisio.

 

Architettura e natura insieme in un fenomeno di rara bellezza e di grande suggestione. Possibile che sia solo il frutto di una mera casualità?

 

Gli allineamenti astronomico-astrologici, nell’antichità, sono stati da sempre utilizzati per tracciare e costruire Templi, Cattedrali e luoghi di venerazione agli Dei.

Ma qui non si tratta di un luogo sacro o di culto. E allora?

 

Uno studio sulla centuriazione romana del periodo augusteo evidenzia tratti viari ancora leggibili nel territorio di Santa Vittoria in Matenano, appartenente alla seconda centuriazione quella facente capo a Falerio Picenus, il proseguo in quota del Decumano non a caso arriva a via Cisterna.

 

Per disegnare una nuova città era necessario tracciare le due direttive principali Nord-Sud, il Cardo, e il Decumano Est-Ovest,  quest’ultima necessaria per tracciare quella principale che era il Cardo, si utilizzava la luce del Sole.

Solitamente questo avveniva al sorgere del Sole, ma in base all’orografia del territorio, poteva avvenire anche al tramonto.

Questo avveniva in determinati giorni importanti, ad esempio i Solstizi e gli Equinozi, o rilevanti per il luogo, potrebbe indicare il giorno in cui è stata fondata la città.

Il fenomeno che si verifica è quasi sicuramente la rappresentazione di questa misurazione, anche perché la via è pressoché perfettamente allineata con l’asse est-ovest con un piccola differenza di pochi gradi, dovuta probabilmente alla conformazione del terreno.

Considerato che la Torre è una costruzione del XIII secolo e la fondazione della città risale al IX secolo, periodi questi di grande conoscenza dei fenomeni astronomico-astrologici finalizzati alle costruzioni, sembrerebbe che l’incorniciarsi della sfera di Fuoco del Sole all’interno della porta della Torre di Odorisio non sia un fatto casuale.

 

Obiettivo è destare quella sana curiosità che porterà senza alcun dubbio a conoscenze che evolveranno descrivendo questo stupendo fenomeno, cosi particolare nel suo tramonto estivo delle prime giornate di agosto.

 

Non resta che goderci lo spettacolo della natura incorniciata dall’opera degli Antichi Costruttori, vi aspettiamo tutti.

 

Scopri tutto il programma qui.

Punti di interesse
Ex Collegiata, Centro Storico,
63857 Amandola (FM)
Italia
Piazza G. Leopardi n.6,
63838 Belmonte Piceno (FM)
Italia
Via Roma, 1
63828 Campofilone (FM)
Italia
Piazza della Libertà, 1
63837 Falerone (FM)
Italia
Piazza del Popolo, 1
63900 Fermo (FM)
Italia
Viale Trento, 29
63900 Fermo (FM)
Italia
Itinerari

©2019 Marca Fermana Via Oberdan, 1, - 63822 Porto San Giorgio (FM)
tel. 0734.221621 - e-mail: segreteria@marcafermana.com

Pec: certificata@pec.marcafermana.it

©Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Credits