Monterubbiano
Via Trento e Trieste, 1
Monterubbiano ()
Italia
0734.257396
0734.257396
Descrizione

Cenni storici:

Fra le perle dell’entroterra fermano sorge il Comune di Monterubbiano. Già dai primi del Novecento si distingueva come meta turistica per vacanze mare e monti grazie alla sua felice posizione: a 463m slm e a 6 Km in linea d’aria dall’Adriatico. La sua storia affonda le radici nel Neolitico, tuttavia il borgo ha avuto un ruolo da protagonista soprattutto nelle epoche romana e medioevale, come testimoniano i reperti presenti nel museo archeologico.

In realtà, per poter parlare di un unico centro fortificato bisogna attendere l’ultimo trentennio del XII sec., quando si verifica la fusione degli abitati di tre castelli: Orbanium, Coccaro e Montotto. Contesa da Fermo per la sua peculiare posizione strategica, Monterubbiano cade nel 1433 sotto il dominio di Francesco Sforza, il quale ha provveduto ad una ristrutturazione del sistema difensivo, caratterizzato da circa 2 Km di mura fortificate, con 5 porte di accesso al paese. Nel 1860 il paese fu coinvolto in un consistente rinnovamento edilizio con la costruzione del Cimitero Monumentale neoclassico, il Teatro Pagani e il Parco San Rocco, grazie all'importante lavoro dell'architetto Luca Galli.Oltre alla bellezza storico artistica, il centro è da sempre legato a tradizioni religiose, folkloristiche ed enogastronomiche, che fa rivivere con la solenne processione del Cristo Morto, la rievocazione storica della “Sciò la Pica” nel giorno della Pentecoste e le varie sagre che valorizzano la cucina locale. Una tra le più importanti è quella delle TAGLIATELLE FRITTE, il piatto tipico che ha fatto la storia del paese: nato per caso, è diventato un’importante attrattiva per i visitatori. Dal 2001 inoltre questa località è insignita del marchio “Bandiera Arancione” riconoscimento di qualità turistico e ambientale per i centri dell’entroterra del Touring Club Italiano.

Le numerose strutture ricettive, offrendo servizi e cucina locale, garantiscono al turista un’atmosfera familiare ed accogliente.

Monumenti, chiese:
- Teatro Pagani, eretto nel 1875 in stile neoclassico dall’architetto locale Luca Galli.
- Palazzo Comunale, di struttura romanica gotica del XIV sec. all’interno è possibile ammirare la Quadreria Comunale.
- Palazzo Calzecchi Onesti, rinascimentale, è stato eretto nel 1553.
- Chiesa di S. Maria dei Letterati, conserva un organo del Callido, l’ “Assunzione della Vergine” (1539) e tre tavolette con Santi di Vincenzo Pagani e un Coro ligneo di A. Donati.
- Chiesa di S. Agostino, del 1266, conserva sei pannelli di un polittico di scuola veneta, quattro tavole centinate e due medaglioni di Vincenzo Pagani.
- Polo Culturale San Francesco con Museo Archeologico, Biblioteca e Auditorium (struttura conventuale del XIII secolo)
- Ghetto ebraico del XV secolo.
- Chiesa di Santa Maria dell’Olmo romanica XI sec.
- Pievania di S. Stefano e Vincenzo chiesa romanica XI sec.
- Chiesa dei SS. Giovanni Battista ed Evangelista (1238) con affresco sposalizio mistico di Santa Caterina d’Alessandria
- Cimitero Monumentale (1875) architetto Luca Galli.
- Giardino pubblico “Giacomo Leopardi” (1872) conosciuto come San Rocco
- Palazzo Secreti e il Cassero (1443)

 

Musei/Pinacoteche:
Museo Civico Archeologico C/O Polo culturale San Francesco
Via Pagani
Tel/Fax 0734.257396
Sito/Mail: www.museipiceni.it - monterubbiano@museipiceni.it

 

Per le visite al museo fare riferimento all'ufficio turistico c/o palazzo comunale

Altre attrattive da visitare:
- Giardino pubblico “Giacomo Leopardi” (1872) conosciuto come San Rocco con campo da calcetto e pallavolo
- Campo Sportivo “Angelo Mariotti”
- Centro Don Bosco (Rubbianello)

Tradizioni locali:
Enogastronomia: Si può degustare il piatto tipico delle TAGLIATELLE FRITTE solo a Monterubbiano. Questa pietanza, nata dal genio di una cuoca monterubbianese, unisce il sapore casareccio delle tagliatelle a quello di molti altri ingredienti....tra cui uno segreto!

Curiosità e aneddoti: Monterubbiano ha dato i natali a personaggi rilevanti in diversi campi come:
- Temistocle Calzecchi Onesti (fisico e inventore del Coherer)
- Vincenzo Pagani (grande pittore del '500)
_ Oreste Murani (fisico)
- Luigi Centanni (storico)
e moltri altri...

 

Notizie

Le stagioni teatrali  2018/2019

Il Fermano, come l’intera regione Marche, ha sempre dimostrato un vivo interesse nei confronti del teatro e della musica, tantoché studiando la storia dei vari centri urbani salta subito agli occhi la sua costante capacità di rispondere ai gusti di un pubblico critico e l’abilità nel ridefinire regolarmente gli ambienti adibiti allo spettacolo e all’esecuzione musicale.

Stagione teatrale 2018/2019 - Teatro dell'Aquila

Sedici serate di spettacolo, due in più rispetto alla passata stagione, per nove titoli (due fuori abbonamento), due residenze e una prima nazionale: da ottobre ad aprile il Teatro dell’Aquila di Fermo si conferma luogo di primaria importanza per la proposta culturale che con la nuova stagione di prosa - promossa dal Comune di Fermo con l’AMAT – offre un cartellone capace di intercettare i desideri e gusti di un pubblico attento e curioso.

Fermhamente

Festival della scienza.

Prodotti tipici
Tagliatelle fritte

Tagliatelle fritte

Prodotti tipici - Km 0.234
Vino cotto

Vino cotto

Prodotti tipici - Km 4.674
Caciotta del fermano

Caciotta del fermano

Prodotti tipici - Km 8.188
Maccheroncini di Campofilone

Maccheroncini di Campofilone

Prodotti tipici - Km 8.375
La Galantina di Grottazzolina

La Galantina di Grottazzolina

Prodotti tipici - Km 9.484

©2017 Marca Fermana Via Oberdan, 1, - 63822 Porto San Giorgio (FM)
tel. 0734.221621 - e-mail: segreteria@marcafermana.com

Pec: certificata@pec.marcafermana.it

©Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Credits