Montottone (GAL fermano)
Corso Vittorio Emanuele, 34
Montottone ()
Italia
0734.775135
0734.775256
Descrizione

Cenni storici:
Tra il mare Adriatico e la catena degli Appennini si estendono le fertili colline dell’antico Piceno, intersecate da fiumi e torrenti. Fra due di questi, su di una rupe, a m. 277 di altitudine, sorge Montottone. Fino al secolo XV ebbe la denominazione di Mons Actonis (Monte di Attone), sostituita poi con quella odierna di Montottone. Nel 1191 Papa Celestino III investì i monaci Benedettini del dominio temporale e spirituale su Montottone; nel 1221 il patriarca di Aquileia cedette a Pietro IV, vescovo fermano, il castello di Montottone in feudo. Nel 1397 i Montottonesi si ribellarono contro il comune di Fermo; nel 1405 passarono sotto il dominio di Ludovico Migliorati da Sulmona e nel 1415 vennero assediati dal Malatesta di Cesena. Dopo la morte del Migliorati si assoggettarono al Rettore della Chiesa della Marca e nel 1433 il dominio passò a Francesco Sforza. Nel 1537 Pier Luigi Farnese, tolto il governo a Fermo, costituì a Montottone lo Stato Ecclesiastico in Agro Piceno sotto il governo del Cardinale Radoccio Farnese. In esso si riunirono tutti i Castelli soggetti a Fermo e il Paese, per ben dieci anni, fu residenza dei vari governatori che si susseguirono. La supremazia su tutti i castelli vicini diede a Montottone lustro e benessere. Testimoni dell’importante passato sono i resti delle poderose mura castellane entro le quali il paese è rimasto pressoché immutato.

Monumenti, chiese:
- Chiesa Madonna delle Grazie, fin dall’origine fu costruita a forma di croce greca, conserva sull’altare maggiore un affresco a muro del XV sec. rappresentante la “Vergine in trono con il bambino e gli angeli musicanti”
- Chiesa Santa Maria Ausiliatrice, di origine medievale, anticamente si chiamava Chiesa di Santa Maria del buon Gesù. L’ingresso è decorato con un ricchissimo portale in cotto risalente al 1515.
- Chiesa San Pietro Apostolo, questa chiesa nei secoli passati era di proprietà del comune ed aveva il titolo di Pievania. Nel 1762 fu riedificata con la costruzione della Grande Collegiata.
- Chiesa San Francesco, risale al 1300, annesso alla chiesa è il convento omonimo.
- Torrione Porta Marina, il principale accesso al paese che lo connetteva alla città di Fermo attraverso la via Grande è chiamato Porta Marina conservatasi integra nella sua configurazione medievale fino a tutto il secolo XVIII.
- Cisterna, costruita nel secolo XV, in tutti i castelli vicini non v’è nulla di simile essa fu murata con una grandiosità degna di una grande città.

Notizie

Veregra Street Festival 2017

Dal 16 al 24 giugno torna Veregra Street Festival, festival internazionale di arte e cibo di strada.

Fermo sui libri 2017

Protagonisti saranno sette grandi personalità della letteratura, della televisione e della saggistica odierna, che hanno indagato, ognuna a modo suo, l’ontologia e la fenomenologia del viaggio.

Raduno Nazionale Camper: #LeMarcheRipartono

Dal 28 Aprile al 1 maggio tutti i club marchigiani saranno disponibili ad accompagnarvi lungo i percorsi provinciali studiati per voi camperisti. Vi porteremo alla scoperta degli angoli più suggestivi della regione spinti dalla passione per la nostra terra.

Prodotti tipici
Il “Coppu” di Montelparo

Il “Coppu” di Montelparo

Prodotti tipici - Km 6.069
La Galantina di Grottazzolina

La Galantina di Grottazzolina

Prodotti tipici - Km 6.242
Li Caciù co’ la Fava

Li Caciù co’ la Fava

Prodotti tipici - Km 10.253
Lu serpe (o lu serpu)

Lu serpe (o lu serpu)

Prodotti tipici - Km 10.503
Tagliatelle fritte

Tagliatelle fritte

Prodotti tipici - Km 11.159

©2016 Marca Fermana Via Oberdan, 1, - 63822 Porto San Giorgio (FM)
tel. 334 1412379 -  0734.221621 - e-mail: segreteria@marcafermana.com

Pec: certificata@pec.marcafermana.it

©Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Credits