Rapagnano
Piazza Siccone, 3
Rapagnano ()
Italia
0734.510404
0734.510879
Descrizione

Cenni storici:
Fu abitato già in epoca preromana; durante gli scavi del 1880 in località S. Tiburzio, vennero alla luce materiali piceni di notevole importanza, databili intorno al VI sec. a. C.. Rapagnano viene registrato come possedimento del Vescovo di Fermo in un documento del 1059; nel XIV sec. fu circondato da mura. Il castello conteso tra Fermo e Montegiorgio, nel 1229, per ordine imperiale, divenne possedimento di quest’ultimo ma pochi anni dopo, nel 1244, venne riconquistato da Fermo. Di quest’ultima, in seguito, Rapagnano ha sempre seguito le sorti, tranne che per una breve parentesi, quando nel Quattrocento venne assediato ed espugnato da Carlo Malatesta.

Monumenti, Chiese e Musei:

- Parrocchiale di S. Giovanni Battista, realizzata nel primo ventennio dell’Ottocento sulle preesistenti chiese di S. Giovanni e dei Ss. Maria e Severino. Sulla facciata si eleva il campanile e l’ingresso avviene attraverso la cella inferiore della torre campanaria dove è collocata un’iscrizione a caratteri gotici in onore di Giovanni XVII, nato a Rapagnano e divenuto Pontefice nel 1003; all’interno una tela umbro-marchigiana del XVII sec. rappresenta la “Madonna in trono con Santi”.
- Torrione medievale, resti di una rocca del sec.XIV, con merli guelfi.

 

Notizie

San Liberato - Il luogo del "mio" cuore

In occasione della 9a edizione de “I Luoghi del Cuore”, il censimento nazionale dei luoghi da non dimenticare promosso dal Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa San Paolo ed il Patrocinio del Ministero dei Beni Culturali, la Delegazione FAI di Fermo conduce la campagna di raccolta firme per accedere ai progetti di valorizzazione e recupero della Chiesa di San Liberato che sorge sull’omonimo colle.

Le escursioni nel Fermano

Il territorio della Provincia di Fermo offre scenari incantevoli, dal litorale sabbioso passando per le dolci colline, fino ad arrivare alla montagna che d'inverno si tinge di bianco. 

Le stagioni teatrali  2018/2019

Il Fermano, come l’intera regione Marche, ha sempre dimostrato un vivo interesse nei confronti del teatro e della musica, tantoché studiando la storia dei vari centri urbani salta subito agli occhi la sua costante capacità di rispondere ai gusti di un pubblico critico e l’abilità nel ridefinire regolarmente gli ambienti adibiti allo spettacolo e all’esecuzione musicale.

Prodotti tipici
La Galantina di Grottazzolina

La Galantina di Grottazzolina

Prodotti tipici - Km 5.212
Li Caciù co’ la Fava

Li Caciù co’ la Fava

Prodotti tipici - Km 9.638
Caciotta del fermano

Caciotta del fermano

Prodotti tipici - Km 10.32
Lu serpe (o lu serpu)

Lu serpe (o lu serpu)

Prodotti tipici - Km 11.712
Tagliatelle fritte

Tagliatelle fritte

Prodotti tipici - Km 13.058

©2017 Marca Fermana Via Oberdan, 1, - 63822 Porto San Giorgio (FM)
tel. 0734.221621 - e-mail: segreteria@marcafermana.com

Pec: certificata@pec.marcafermana.it

©Tutti i diritti riservati - Cookie Policy - Credits