Scopri gli Eventi

Calendario di Eventi

L Lun

M Mar

M Mer

G Gio

V Ven

S Sab

D Dom

1 evento,

0 eventi,

0 eventi,

1 evento,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

1 evento,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

1 evento,

3 eventi,

2 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

1 evento,

2 eventi,

0 eventi,

0 eventi,

1 evento,

0 eventi,

1 evento,

3 eventi,

1 evento,

Seguici
TOP
Image Alt
Itinerario

Archeologia Picena e Romana, alla ricerca delle testimonianze più antiche

Archeologia Picena e Romana, alla ricerca delle testimonianze più antiche

/ per person
(0 Reviews)

Un itinerario di tre giorni che tocca i luoghi Piceni e Romani ricchi di reperti di età picena, sculture di epoca romana, teatri, anfiteatri, ville patrizie, terme e impianti idrici all’avanguardia.

L’esistenza di Fermo fin dall’età del bronzo è documentata da reperti archeologici rinvenuti nelle tre necropoli picene scavate intorno alla città e, a giudicare dalla loro consistenza, testimoniano  che si trattava di un grosso centro piceno-villanoviano.
Ancora oggi si possono osservare le mura megalitiche precedenti all’arrivo dei romani, che avvenne nel 264 a. c., quando fondarono l’importante colonia  dal nome Firmum Picenum.
Visitando il Museo archeologico attualmente sito nel Palazzo dei Priori, in Piazza del Popolo, si possono ammirare reperti di età picena, cippi e sculture di epoca romana per poi proseguire la visita delle grandi cisterne romane, vasto complesso sotterraneo realizzato tra il 40 e il 60 d.C. per raccogliere e depurare l’acqua piovana, testimonianza tra le più pregevoli della grande ingegneria idraulica dell’architettura romana. Girando sempre all’interno del centro storico si possono osservare i resti del teatro romano e le piccole cisterne, sale nelle quali anticamente era stato allestito il primo Antiquarium di Fermo.

 

Proseguendo l’itinerario e attraversando il fiume Tenna ci si immette sulla S.P. 239, detta Strada Faleriense, che ci conduce direttamente alla città di Falerone, esistente già nel sec. VI a.C.
L’attuale Piane di Falerone, nacque nel 29 a.C. con il nome di “Falerio Picenus” quando Ottaviano decise di costruire una piccola città capoluogo della centuriazione della media Valtenna, dove stabilire una colonia di suoi soldati veterani.
Divenne un importante centro, dotato di teatro e anfiteatro, di numerose ville patrizie, di terme, di monumenti sepolcrali e di impianti idrici all’avanguardia. Si possono visitare il Parco Archeologico (unico nella provincia di Fermo) e il Museo Civico Archeologico sito nel paese alto, in collina, esattamente in piazza della Libertà.

 

Riattraversando il fiume Tenna sulla sponda sud si trova Belmonte Piceno, importantissimo centro di età picena, dove è stato rinvenuta una ricchissima necropoli che ci ha restituito “Il signore dei Cavalli”, uno degli oggetti più ammirati del mondo Piceno.

 

Proseguendo verso sud si giunge a Monsampietro Morico, sito lungo il fiume Ete che merita una visita per le sue antiche vestigia e, proseguendo Montelparo anch’esso interessante esempio di centro antico.

 

Scendendo verso la valle del fiume Aso è assolutamente obbligatorio fermarsi  a Monte Rinaldo con la sua splendida Area Archeologica che si trova in località La Cuma, dove sono visibili i resti (tempio e porticato) di un monumentale santuario di età tardo-repubblicana (II-I sec. a.C.). È uno dei complessi cultuali ellenistici più importanti della regione e successivamente si consiglia la visita al Museo Archeologico che raccoglie i reperti dell’area.

 

Scendendo lungo la valle dell’Aso nella provinciale di fondovalle si arriva a Monterubbiano, altro interessante centro piceno-romano dove si può visitare il Museo archeologico e per finire, attraversando il fiume Aso si giunge a Campofilone in cui, appena fuori dalla periferia è ancora presente una cisterna di epoca romana a doppia camera, ed è visitabile la  raccolta di reperti piceno-romani presso i locali della parrocchia della chiesa di S. Lorenzo, posta in sommità del piccolo centro storico, allestita dall’appassionatissimo studioso di archeologia nonché parroco Don Vincenzo Galiè.

  • A chi è rivolto
    Singolo
    Coppie
    Famiglie
    Con bambini
    Over
    Gruppi
  • Mezzo di trasporto
    in auto
  • Periodo
    Tutto l'anno

Itinerario

1

Tappa 1: Fermo

La vocazione di Fermo, per la sua storia di città di studi e per la sua tradizione di centro di scambi culturali nell’Adriatico, è volta da sempre all'accoglienza e all'ospitalità.
2

Tappa 2: Falerone

Falerone, suggestivo comune marchigiano, incanta con il suo ricco patrimonio storico e le sue pittoresche strade. Il suo nucleo antico, circondato da mura romane, è ricco di palazzi medievali e chiese secolari. Le verdi colline circostanti offrono pace e bellezza naturale.
3

Tappa 3: Belmonte Piceno

Belmonte Piceno, incantevole comune marchigiano, affascina con la sua ricca storia e la sua bellezza naturale. Il suo centro storico, arricchito da antichi palazzi e stradine pittoresche, racconta storie del passato. Le colline circostanti offrono panorami mozzafiato e tranquillità.
4

Tappa 4: Monsampietro Morico

Monsampietro Morico è noto per la sua autenticità e il suo ambiente sereno. Il suo nucleo storico, con le sue vie caratteristiche e gli antichi edifici, racchiude un'atmosfera unica e ricca di storia. Le colline circostanti offrono paesaggi suggestivi e quiete.
5

Tappa 5: Montelparo

Montelparo, incantevole comune marchigiano, si caratterizza per la sua autenticità e l'atmosfera accogliente. Il suo suggestivo centro storico, con le sue strette viuzze e le piazze pittoresche, racchiude un ricco patrimonio storico e architettonico. Le dolci colline circostanti offrono tranquillità e paesaggi mozzafiato.
6

Tappa 6: Monte Rinaldo

Monte Rinaldo, pittoresco comune marchigiano, è incastonato tra le dolci colline e offre panorami mozzafiato sulla campagna circostante. Il suo centro storico, caratterizzato da vicoli suggestivi e antichi edifici in pietra, conserva il fascino autentico di un tempo passato.
7

Tappa 7: Monterubbiano

Monterubbiano, affascinante comune marchigiano, è rinomato per il suo centro storico ben conservato e le sue suggestive stradine lastricate. Circondato da paesaggi collinari, offre vedute panoramiche mozzafiato e un'atmosfera autentica, ideale per una piacevole visita tra arte e natura.
8

Tappa 8: Campofilone

Campofilone, incantevole comune marchigiano, è rinomato per la produzione di pasta all'uovo di alta qualità. Il suo borgo medioevale conserva un'atmosfera autentica e suggestiva, mentre le colline circostanti offrono panorami mozzafiato e sentieri per piacevoli passeggiate nella natura.

Iscriviti alla nostra newsletter!

You don't have permission to register